Entrambi, sono sistemi di “aiuto” in salita.

Il primo è del gruppo Fiat, il secondo del gruppo Volkswagen; sono sistemi che ci “assistono” alla partenza in salita, per evitare che la vettura arretri quando ci si mette in movimento lungo una pendenza.

La toyota, come la Kia, l’Hanno denominato HAC: Hill start Assist Control.

L’Hill Holder è un sistema elettronico, gestito dall’ESP (funzione aggiuntiva dello stesso), nel quale un sensore (inclinometro-accelerometro digitale) rileva quando l’auto è ferma su una strada inclinata, se il motore è acceso, la marcia inserita e il freno premuto, la centralina dell’ESP tiene attiva la frenata anche dopo aver rilasciato il freno. Al rilascio del pedale del freno , la pressione idraulica viene mantenuta, cioè il sistema idraulico mantiene le pastiglie dei freni premute contro i dischi freno anteriori e posteriori (se ci sono!); lo stesso sistema disattiva l’intervento dei freni quando la coppia motrice è sufficiente ad evitare l’arretramento dell’auto e comunque dopo un tempo massimo di circa 2 secondi.

 

Bisogna prestare attenzione quando nelle salite si effettua la retromarcia: l’hill older funziona anche in questo caso e se si interviene “velocemente” sull’acceleratore, si rischia di far “schizzare” l’auto e di tamponare l’auto parcheggiata dietro la nostra.

Sulle auto con il freno a mano elettronico, c’è una ulteriore funzione e precauzione per salvaguardare l’esp ed il suo perfetto funzionamento: quando il sistema viene usato molto e la temperatura delle elettrovalvole esp supera i 200 C°, il sistema si trasferisce sul circuito del freno a mano elettronico. Questo per evitare di danneggiare le bobine delle elettrovalvole dell’esp.

 

Una tra i primi marchi auto ad usare questo sistema è stata la Subaru :

Il sistema Hill-Holder subaru, opera all’interno del sistema di frenatura del veicolo. Mentre si viaggia su una strada piana o leggermente in discesa, una “sfera” all’interno di una valvola-freno, resta nella parte anteriore della valvola, che rimane aperta, mantenendo in pressione il sistema frenante.In sostanza, la sfera si comporta in parte come una livella a bolla. Quando si arresta l’auto in salita e si premono i pedali della frizione e freno contemporaneamente, la “sfera” rotola verso la parte posteriore del sistema a sfera, sigillando l’apertura del sistema frenante. La valvola chiusa mantiene la pressione di frenatura idraulica anche dopo che il pedale del freno viene rilasciato.

Nei sistemi più moderni, c’è un sensore di accelerazione longitudinale:

Sensore di imbardata

questo, rileva l’inclinazione dell’auto ferma in salita; la centralina Ecu dell’ESC (Il controllo elettronico della stabilità), a fronte della richiesta di arresto vettura da parte del guidatore, calcola la forza frenante da applicare necessaria ad impedire l’arretramento del veicolo. L’esc, per l’hill holder, agisce solo sui sensori posti sui freni. In questo modo l’automobilista quando decide di ripartire ha il tempo di spostare il piede dal pedale freno al pedale acceleratore senza che la vettura indietreggi. I freni vengono sbloccati nel momento stesso in cui il veicolo sta per muoversi.

 

 

 

1 COMMENT

  1. La mia auto una Opel Corsa dell’aprile 2015 nella fase di retromarcia quando mi trovo in strade in pendenza spesso schiacciando frizione e freno improvvisamente non frena e tende ad andare indietro anche se io pigio il piede sul freno. Qualcuno mi saprebbe spiegare il motivo .? sono andata alla Opel ma mi hanno detto che la macchina non ha nessun problema. tra qualche mese mi scadrà la garanzia e non vorrei ritrovarmi poi con grossi problemi. Grazie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.