I serbatoi GPL sono regolamentati dalla normativa vigente ECE/ONU 67/01 che prevede particolari dispositivi per garantire la massima sicurezza in ogni situazione (incendio, incidente, parcheggio in garage interrati, esposizione ad eccessivo calore per irraggiamento, …). In particolare è prevista una speciale multivalvola che racchiude i seguenti sistemi di sicurezza:

La sicurezza dei moderni impianti a gpl è affidata, infatti, a ben 4 valvole!!
1)valvola limitatrice di riempimento, che si chiude automaticamente al raggiungimento del livello massimo consentito al GPL, cioè l’80% del volume del serbatoio .
2) elettrovalvola di chiusura installata a monte della tubazione di alimentazione che a motore spento –anche in casodi incidente – impedisce al GPL di fuoriuscire. In condizioni di parcheggio la chiusura automatica dell’elettrovalvola garantisce che fughe di gas dai componenti dell’impianto rimangano di entità limitata e non possano formare atmosfere esplosive.
3) La valvola di sovrappressione ha la funzione di evitare qualsiasi eccesso di pressione interna nel serbatoio.

4) La valvola di sovratemperatura ha la funzione di garantire una fuoriuscita di gas controllata all’esterno dell’abitacolo in presenza di temperatura superiore ai 120°.

La valvola numero 3) e la numero 4), sono due valvole di sicurezza che impediscono lo scoppio del serbatoio sia in caso di elevato surriscaldamento del GPL per il verificarsi di condizioni climatiche critiche, sia in caso di incendio dell’auto.
Inoltre, la pressione sviluppata dal gas di petrolio liquefatto all’interno del serbatoio oscilla normalmente da 3 a 14 bar, mentre con la benzina il valore è di 0,03 bar.
Le vetture con alimentazione a GPL possono parcheggiare anche in rimesse chiuse, al primo piano interrato, a condizione che l’impianto sia conforme, cioè omologato, alla normativa ECE/ONU 67/01, e al Decreto del Ministero dell’Interno 22/11/2002.
Articolo e fonte :http://www.auto.it + http://www.landi.it/ita/Impianti-a-gas-sicurezza-impianti-metano-e-impianti-gpl.jsp

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.